Migranti, i dubbi sulle attività di soccorso in mare

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Tedesco e Inglese Americano. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Migranti, i dubbi sulle attività di soccorso in mare. Frontex: “Scafisti danno telefoni con numeri Ong”

” Non siamo in mare per aiutare i trafficanti di uomini, ma per salvare vite”. Dopo Sos Mediterranée , a difendere l’operato delle missioni umanitarie è Sea-Eye, organizzazione non governativa con sede in Germania. Il presidente Michael Buschheuer è stato ascoltato oggi dal comitato Schengen.


Mentre il presidente dell’organizzazione non governativa tedesca Sea-Eye, Michael Buschheuer, ascoltato oggi dal Comitato Schengen, ha respinto ogni accusa di rapporto coi trafficanti, fa discutere la dichiarazione rilasciata alla commissione Difesa dal direttore della missione europea nel Mediterraneo.